...NON DIRE GATTO SE NON CE L'HAI NEL SACCO…

di Caterina Demma

29 aprile 2040

“7 vite” è lo spettacolo di debutto de “La compagnia degli sfiGatti”. Ironia, irriverenza e una costante sfida alla scaramanzia sono gli ingredienti di questa allegra brigata.
Ma facciamo un passo indietro.
Chi sono gli sfiGatti? Abbiamo intervistato i fondatori di questo gruppo: Gigione il Magro e Serena X. Due attori di origini meridionali che condividono oltre alla passione per il teatro un passato caratterizzato da disturbi alimentari. Circa vent’ anni fa si è verificato negli adolescenti un incremento del 10,6% dei disturbi alimentari e psicologici. Gigione il Magro e Serena X erano due di loro e in quel periodo si trovavano in un piccolo centro di recupero per disturbi alimentari del sud Italia. Come sono riusciti a “rinascere”? Unendo le loro comuni passioni. Infatti, Serena era una bravissima ballerina. Voleva essere sempre più leggera e volare sul palco. Gigione, invece, aveva iniziato a recitare da piccolissimo. Era sempre stato robusto, ma durante l’adolescenza aveva iniziato a mangiare smisuratamente. La battaglia contro il cibo non fu affatto facile, ma le cose cambiarono grazie al confronto e alla condivisione dei loro interessi con il gruppo.
“La nostra compagnia nasce con l’idea di invogliare chi non ha le giuste caratteristiche fisiche a coltivare le proprie passioni, perché per fortuna il peso è solo un numero".
Il loro simbolo è un laccetto lilla, proprio come quello della lotta ai disturbi alimentari ...ma il viola in teatro non portava sfortuna?
“Non crediamo più alla sfortuna” risponde Serena “da adolescenti ci siamo fatti guidare dai luoghi comuni e dalla smania di perfezione. Ora crediamo solo nelle nostre potenzialità e nel talento.”
E in barba alla iettatura sono 13 i componenti di questo sodalizio. Si tratta di ragazzi rifiutati da accademie prestigiose perché non "in regola" con gli skill fisici.
“Siamo rinati, grazie alle nostre passioni, proprio come i gatti che hanno sette vite.” Questo spettacolo per loro rappresenta solo un piccolo passo, il loro obiettivo è quello di girare l’Italia con le loro storie e scuotere tutti quegli adolescenti che si trovano nella stessa situazione o si sentono "a disagio". Gli sfiGatti con coraggio raccontano una realtà dolorosa, hanno buttato il passato alle spalle per acchiappare un futuro di riscatto!

Fonte:
www.corriereuniv.it 05.05.2021