Io vi racconto

Alcuni miei racconti sparsi nel tempo


"Leggere è il gioco più bello che l'umanità abbia inventato"
(Wistawa Szymborska, poetessa, Nobel per la letteratura)


Ho voluto aprire questa pagina per dar modo a chiunque lo voglia di poter leggere alcuni miei racconti, nati nel corso del tempo, nei miei (ormai) tanti anni di scrittura. Leggere, come dice il titolo, è davvero un bel gioco! Aiuta lo spirito, aiuta il corpo e permette di vivere infinite vite e farle proprie. Ogni personaggio, quando finisci di leggere un libro, ti rimane dentro, come un vecchio amico, anche se lo hai odiato, è questo il bello della lettura. Non credo ci sia niente di più affascinante!

Allora... buona lettura!

Francesco Sciannarella  


"Un piccolo spiraglio di luce da un angolo rotto"

(Racconto selezionato al concorso letterario "NarrèR" 2020 di Montescaglioso - MT)

Matera, qualche anno fa. Felice non ha vita serena. Convive con un'inedia latente e un incubo ricorrente, lascia che la vita gli scivoli addosso, senza fare più di tanto. E quando capirà che quel sogno spaventoso e assillante ha qualcosa a che fare con Giuliana, la balena preistorica ritrovata nei pressi della diga di San Giuliano, la sua vita cambierà.

"Il giardino del cacciatore"

(Racconto finalista del Premio Energheia 2020 di Matera)

Matera, anni '80. Gianni è un ragazzo timido che si è appena trasferito a Matera. Non ha amici e non riesce a coltivare la sua passione per il calcio, essendo costretto a rimanere sempre ai margini di un improbabile campo di calcio di quartiere. Quando, però, un tiro maldestro di uno dei "grandi" finirà nel giardino del temuto cacciatore, le cose per Gianni cambieranno.   

"Celeste"

(Racconto finalista del Premio Energheia 2019 di Matera)

Sasà è un vecchio marinaio che ha dedicato la sua vita al mare e all'amore per sua moglie e sua figlia Celeste, ma il destino avverso gliele ha portate via in un soffio. Ormai anziano e stanco, decide di lasciarsi morire nell'unico modo che conosce: in mare. Ma in quel suo ultimo viaggio, con la sua inseparabile barca, le cose non andranno come previsto. Il destino cambierà ancora una volta i suoi piani, inaspettatamente.